La riforma del processo civile

La riforma del processo civile nel disegno di legge nr. 2953A del 10.03.2016

Per il processo di cognizione ecco le principali novità previste:
il potenziamento degli istituti del tentativo di conciliazione e della proposta di conciliazione da parte del giudice: la mancata presenza delle parti ed il rifiuto ingiustificato della proposta di transazione da parte del giudice saranno comportamenti valutabili ai fini della decisione;
l’applicazione obbligatoria del rito sommario (cd. “rito semplificato di cognizione”) a tutte le cause nelle quali il tribunale giudica in composizione monocratica, ad eccezione delle cause assoggettate al rito del lavoro;
l’obbligatorietà del rito ordinario di cognizione per le cause nelle quali il tribunale giudica in composizione collegiale;

Continua a Leggere Torna Indietro